Assicurazioni e medicina Predittiva o preventiva?

Sfogliando il web, amo tutto ciò che è innovazione, ho trovato questo articolo interessante, del quale non riporto il contenuto lasciandovi la sorpresa stupefacente del contesto e della risposta innovativa:


Innovazione e prevenzione

Assicurazione Predittiva, sarà l’arma del domani, mi chiedo anche io? In effetti potrei essere concorde. L’uomo tende maggiormente ad essere molto più attento per la sua salute, una forte promozione in tal senso sono le corporation del fitness e degli smartwatch contapassi, kilocalorie e battito cardiaco che si trovano online e nei negozi di articoli sportivi ed ora anche in alcune farmacie a diffondere il culto del controllo della salute. Nell’articolo trovato online sul “Corriere Innovazione” si evince con maestria, dalla chiara esposizione di Nicolò Di Leo, che cosa é risaltato in un convegno sulla Assicurazione Predittiva promosso da Bnp Paribas Cardif che ha premiato tra i vari strumenti di telemedicina e medicina preventiva tre idee rivoluzionare, come vengono descritte nello stesso. Il primo “riconosciuto” è stato lo strumento che pare rilevi il tumore al seno in maniera precoce utilizzando la mappa termo grafica, della Niramai. Uno strumento utile per la Donna sempre più consapevole che la prevenzione salva la vita. Il secondo traguardo è stato raggiunto dal Kardia Mobile, della AliveCor che permette la estemporanea possibilità di rilevare aritmie cardiache utilizzando le dita delle mani: la fibrillazione atriale  insidiosa e molto spesso non avvertita. Il terzo lo “In-K Strain Sistem” della InSensus per la rilevazione precoce dei terremoti.
Mi sono ritrovata, leggendo questo articolo ad immedesimarmi in uno dei tanti che non si rivolgono alla medicina preventiva in assurance, anche perché non assicurabili per una strana legge italiana che diventa riduttiva per chi non si può permettere la sanità privata! Dicevo, sono una dei tanti e mi ripeto che ha fatto una ponderata scelta per trovare una soluzione domiciliare a scarso impatto economico ma utile ad aiutarmi ed aiutare chi mi segue per definire una disautonomia cardiaca neuromediata. Premetto che non sono né dipendente della AliveCor e non ho ricevuto alcun ingaggio di tipo economico per questa testimonianza, a scanso di equivoci. L’entusiasmo, visto i risultati mi ha spronata a testimoniare; mai più pensavo che questo strumento piccino fosse stato enunciato e considerato a tale livello.
Il kardia mobile é di semplice utilizzo e può aiutare sia da un punto di vista psicologico che fisico ad evitare corse forsennate in pronto soccorso.Specifico, il kardia non è uno strumento che fa diagnosi, ma aiuta a fare diagnosi. Dopo aver contattato i cardiologi che lo hanno promosso per una diagnosi di emergenza loro ed una possibile valutazione più limpida delle aritmie estemporanee, mi sono decisa ad acquistarlo. Sono sempre stata molto cauta nelle scelte.
Sono soddisfatta di questa soluzione sia per la semplicità, ma soprattutto per la possibilità di inviare al cardiologo via email, messenger o WhatsApp i tracciati nell’immediato.
Personalmente non posso che ringraziare chi ha questa fantasia innovativa. Serve chiarire che questo monitoraggio deve essere eseguito in compliance con il proprio medico, non si utilizza per autodiagnosi e trovo non debba finire in mani ipocondriache. 😂!  Mi sono appoggiata alla Quiver, perché ho avuto la possibilità di sentire i professionisti dedicati. Sono stata affiancata ad avere dimestichezza con lo strumento, ma soprattutto sto facendo un regalo sia a me stessa, che al mio medico per trovare una possibilità di gestione pill the pocket del problema. Allego alcuni fotogrammi effettuati con presenza di aritmie diverse, e tracciato di normalità per dimostrare la accuratezza dello strumento.

Il kardiamobile

Come un kardiamobile può cambiarti la vita
(Le immagini dei tracciati sono di esclusiva proprietà legale e sono inseriti a scopo dimostrativo sulla utilità di utilizzo di un ausilio di ecg cardio CE autorizzato).

Pubblicato in Curiosità nel Web, Salvare la vita aiutando | Contrassegnato | Lascia un commento

Pulmino Amico ONLUS a Casale Monferrato ed Arte in mostra..aiutaci ad aiutare. Riso&Rose in Monferrato

Arte in “mostra” a Casale Monferrato in aiuto a Pulmino Amico ONLUS  Associazione che si occupa dei trasporti dei pazienti oncologici e con particolari patologie presso i vari centri di cura e diagnosi.

Riso & Rose, manifestazione organizzata ogni anno, sarà occasione  per il Pulmino Amico, con il patrocinio del Comune di Casale Monferrato,  di organizzare presso il Castello una esposizione di opere pittoriche donate dagli Artisti locali.

Le opere sono di Antonio BARBATO, Pio BAROLA, Giovanni BONARDI, Mario CABUA, Gianpaolo CAVALLI, Loris D’ALESSANDRO, Iris DEVASINI, Stefania DOLCE, Marcello FERRO, Mauro GALFRE’, Fulvio PLATINETTI, Giovanna RAMAGLIA, Laura ROSSI, Thèodore VAN ELSEN.

Sabato 26 maggio saranno esposte presso il Castello di Casale Monferrato le opere, e Domenica 27 maggio avrà inizio alle ore 15.30 un Asta Benefica. Il ricavato della Asta sarà utilizzato per acquistare un nuovo mezzo di trasporto per gli ammalati oncologici.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su Pulmino Amico ONLUS a Casale Monferrato ed Arte in mostra..aiutaci ad aiutare. Riso&Rose in Monferrato

Perché aiutare VITAS a Casale Monferrato

RIEMPIAMO LO STADIO PER VITAS ❤ ! Le foto che allego sono state scattate ieri dal nostro infaticabile Benny. Sono le foto del Giardino di Luisa, che circonda il nostro Hospice Zaccheo e che da 8 anni accoglie le passeggiate e i momenti di serenità delle persone ricoverate e dei loro famigliari. E sicuramente la vista del verde e dei fiori che si affacciano alle vetrate di ognuna delle 8 camere, ha contribuito in questi anni al miglioramento della qualità della vita per chi dalla propria stanza non ha la possibilità di muoversi. Nei primi giorni di maggio il GIARDINO e l’Hospice chiuderanno i battenti. Sono urgenti opere di ristrutturazione dell’Hospice e pertanto pazienti personale e arredamento verranno trasferiti in uno dei reparti ospedalieri. Non sappiamo per quanto tempo. Sicuramente per anni. Lo sconforto è inevitabile per tutti gli operatori e per tutto il personale e volontari VITAS. Bisogna che i lavori comincino al più presto e che questa struttura non venga dimenticata troppo a lungo nei cassetti della lentezza amministrativa. Per questo faccio anche oggi personalmente e a nome di tutta VITAS un appello agli amici che ci seguono da anni e a chi vuole tutelare un luogo di cura e rispetto della dignità della persone gravemente malate. RIEMPIAMO LO STADIO DOMENICA 29! Acquistate e fate acquistare ai vostri amici e conoscenti un biglietto per ingresso alla partita Nazionale Cantanti contro Resilienti di Casale. Sarà un pomeriggio divertente, sport musica e canto. Una piccola cifra a testa per un obiettivo forte: stare sempre dalla parte dei più fragili. Grazie a tutti quelli che ci daranno una mano. CONDIVIDETE! ❤  scrive tutto questo Daniela Degiovanni sulla sua pagina personale …

*Chi non ha assistito un parente di Mesotelioma, o affetto da malattie incurabili o degenerative non credo possa comprendere quanto sia utile ed indispensabile conservare attimi di vita al sole, nel giardino, in salotto con gli affetti. Deprivare questi attimi che comunque non sono solo del fine vita, ma sono anche una pausa serena per i pazienti che da ricoverati possono lasciare un attimo di respiro ai loro affetti è eticamente catastrofico. Non si deve voltare il viso altrove, affermando che a “me non tocca, sto bene, ci penserò domani…” il Domani è una incognita per tutti. Serve voltarsi indietro!*  ho condiviso questo disagio in malattia e credo moltissimo a questa realtà locale che non deve assolutamente morire…

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Perché aiutare VITAS a Casale Monferrato

Nazionale Cantanti e Casale Monferrato

Daniela Degiovanni e VITAS ed i Resilienti vi attendono tutti alla partita Nazionale Cantanti 29/04/2018 ore 17.30

Pubblicato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Nazionale Cantanti e Casale Monferrato

Nazionale Cantanti a Casale Monferrato, evento sportivo per una raccolta fondi per un sogno da realizzare! 29 aprile vi aspettiamo in tantissimi!

Casale Monferrato attende amici e simpatizzanti della Nazionale Cantanti per realizzare un sogno. Aiutare VITAS,associazione che segue e aiuta gli ammalati oncologici, a sistemare la sede Hospice Mons Zaccheo, sita in una ala esterna dell’ospedale Santo Spirito. La ristrutturazione serve a conservare attiva la attuale struttura resa confortevole e famigliare dai volontari, medici, operatori e simpatizzanti per rispettare il diritto sereno se pur in ambiente ospedaliero al fine vita e con aiuto delle cure palliative. La Dottoressa Daniela Degiovanni, nominata Ufficiale dell’Ordine del Merito della Repubblica per essersi distinta per umanità, professionalità e grande determinazione per sostenere questo progetto da sempre, in questa città segnata dall’Amianto, merita il nostro appoggio e sostegno.

Pubblicato in Associazioni e forum di aiuto e dintorni, Senza categoria | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su Nazionale Cantanti a Casale Monferrato, evento sportivo per una raccolta fondi per un sogno da realizzare! 29 aprile vi aspettiamo in tantissimi!

RMN e gadolinio e sospensione per accumulo del mezzo di contrasto…

L’EMA (European Medicines Agency), dopo uno studio effettuato sulla revisione ed utilizzo a lungo termine dei farmaci usati come mezzo di contrasto per le risonanze magnetiche, ha deciso la sospensione di due prodotti, precisando comunque che gli altri prodotti in commercio vengano utilizzati solo esclusivamente quando il quesito diagnostico non è completabile con la tecnica di immagini in basale. Questa raccomandazione è stata confermata dalla EMA , in quanto secondo recenti studi il gadolinio è stato ritrovato in minime quantità nel tessuto cerebrale. Non esistono studi che evidenziano danni di tipo sistemico o neurologico, ma in ogni caso viene consigliata la massima cautela. Le persone maggiormente a rischio sono coloro che si sono sottoposti nel tempo a controllo seriali di follow up riguardo a  malattie neurologiche o croniche: sclerosi multipla, e patologie degenerative di altri organi. Saranno autorizzati i seguenti mezzi di contrasto lineari quali Acido Gadoxetico e Gadobenico per lo studio delle patologie del fegato e l’Acido Gadopentetico per uso intra-articolare, in quanto per questo ultimo il dosaggio è molto basso. Sospesi si legge nell’articolo saranno la Gadodiamide, Acido Gadopentetico e Gadoversetamide. Gli altri mezzi di contrasto conosciuti come agenti macrociclici (il Gadobutrolo, Gadoteridolo e Gadoterico) potranno essere usati al minor dosaggio utile per le scansioni se non si riesce a fare diagnosi con la immagine basale.
Notizie più esplicite le trovate nel sito www.farmacovigilanza.net” –  “Accumulo di Gadolinio nel cervello e in altri tessuti: restrizioni….

Pubblicato in Curiosità nel Web, Sclerosi Multipla e dintorni | Commenti disabilitati su RMN e gadolinio e sospensione per accumulo del mezzo di contrasto…

Buon Anno a me, fortunatamente io!

docenza iniziata: grazie a te Mamma!

… A 20 anni il 17 giugno del 1974 mi dissero che non sarei mai arrivata ai 21… Sono diventata insegnante di scuola media inferiore, mi sono sposata ed ho vissuto il grande Amore, il miracolo della vita con mio figlio Guido orgogliosamente io sua Madre. Grandi e precoci abbandoni hanno segnato profondamente il mio “io”, in questa città di amianto che ha segnato nel tempo tutti e che ora vive di Resilienza obbligata. Mi sono rapportata mio malgrado con la disabilità in malattia visibile e non, abilmente mascherata da un abile controllo costante legato ad ore e ore di fisioterapia continuativa. Quattro anni della mia vita come Madre, Moglie e Donna con-vissuti con febbre ogni giorno ed il disagio psicofisico delle terapie pesanti legate alla Sclerosi Multipla. La SM, con lei ho accettato un dialogo interiore per farle capire che lotteró fino a che avrò voglia di vivermi in autoironia una guerra senza fine con la bizzarria che regala di continuo al mio corpo. Credo di potercela ancora fare: io speriamo che me la cavo! Lo scontrarmi con chiacchiere assurde relative ad uno status a me non appartenente perché essere gemella di tre femmine quasi identiche non ha agevolato la mia identità personale. Nasce così il diario negativo dei malintesi e gossip da bar di paese senza cultura. Tutto questo mi ha costruita ad avere una feroce dignità ingannevole persino a me stessa, da non riconoscermi se non nei momenti di riacutizzazione della scocciatura, dove ritornare nel disagio più profondo mi toglie il sonno: la paura di dover dipendere ancora più che mai di ora. Dignità orgogliosamente mia. Ho visitato in lungo ed in largo mezza Italia, ho conosciuto Amici Speciali che mi hanno accolta con le mie limitate abilità, la stanchezza dolorosa, le ansie. Amici, Voi che mi state attualmente accompagnando con discrezione. Una vita di Coppia unita affettivamente e profondamente, complici sempre per aiutare i propri figli, le loro famiglie. E si procede maggiormente rinforzati nel tempo, nonostante le difficoltà di Tutti coloro che vivono lo Status di “Società Famigliare”. Le Radici che mancano, gli affetti presenti ancorati profondamente nel cuore. La gemella rimasta, fisicamente lontana, ma emotivamente molto presente, ultimo tassello di quel trio chiacchierino chiuso nei ricordi dell’anima. Famiglie reclutate nel tempo ed “aggiunte”. I nipoti, Tutti indistintamente al mio fianco dimentica io volutamente delle sciocche incomprensioni legate ad un qui ed ora che non voglio resti “dolore segnato”. La vita che corre e scorre… Buon Anno a venire a me stessa: ” io fortunatamente Alda nonostante tutto!”

Pubblicato in al femminile, Donne oltre ogni limite, viversi | Commenti disabilitati su Buon Anno a me, fortunatamente io!

quando il "social-interinale" diventa utile…

Amici a cui piace LILT Casale Monferrato

è un  gruppo di  amici comuni  nato su Facebook

che si sta allargando per promuovere una attività locale di prevenzione per la lotta contro i tumori. Casale Monferrato si è attivata per dovere sia morale verso la cittadinanza già duramente colpita per la amianto killer, sia  per insegnare ai giovani come sia utile  la prevenzione delle patologie oncologiche. Grazie ad una donazione del videodermatoscopio viene effettuato per chi volesse monitorare e prevenire le lesioni lo screening delle lesioni pigmentate. Le prenotazioni si registrano al 3481252594 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 16, o via mail all’indirizzo:  lilt.alcasale@gmail.com  .

un professionista sanitario risponderà ai vs quesiti indicandovi qual’ora foste interessati come raggiungere l’ambulatorio di videodermatoscopia presso Ospedale Santo Spirito
di Casale Monferrato.
locale sito al Primo piano palazzina della fisiatria
Stanza 12
Tutti i lunedì dalle 9.30 alle 14,40

LILT a Casale Monferrato

Pubblicato in Associazioni e forum di aiuto e dintorni, LILT Alesssandria Casale Monferrato, LILT Casale Monferrato, Scienza - Ricerca e dintorni | Commenti disabilitati su quando il "social-interinale" diventa utile…

NEWS sulla Sclerosi Multipla e CCSVI

SCLEROSI MULTIPLA E CCSVI news da FERRARA

FERRARA. Una rivista scientifica internazionale dedicata alla sclerosi multipla ‘Journal of Multiple Sclerosis’, ha pubblicato uno studio secondo il quale la Ccsvi, individuata otto anni fa da Paolo Zamboni, esiste come entità patologica, ed esiste nella sclerosi multipla. Lo studio si intitola ‘The pathology of the Internal Jugular Vein in Multiple Sclerosis’ e rappresenta “la prima volta” da parte della neurologia, spiega l’associazione Ccsvi nella Sm che sostiene gli studi del ricercatore ferrarese, nei confronti dell’insufficienza venosa cronica cerebrospinale. «Finora infatti – prosegue l’associazione – salvo rarissime eccezioni, i neurologi e le loro riviste hanno avuto un atteggiamento di chiusura quasi totale rispetto a questa scoperta scientifica».

Gli autori – Massimo Pedriali (Istituto di Anatomia Patologica, Azienda Ospedaliera Universitaria Ferrara) e Paolo Zamboni (Centro Malattie Vascolari della stessa Università) – hanno rivisto tutte le prove raccolte sulla esistenza della Ccsvi in pazienti affetti da sclerosi multipla e pubblicati negli ultimi sei anni sulle maggiori riviste scientifiche da gruppi di ricercatori provenienti da Ginevra, Grenoble, Trieste, Melbourne, Roma, Cleveland. «Le pubblicazioni finora disponibili mostrano chiaramente la presenza di anomalie nelle pareti e nelle valvole delle vene di pazienti con sclerosi multipla rispetto ai tessuti dei controlli sani», scrivono Pedriali e Zamboni.

Nelle conclusioni si sottolinea che l’indagine non può chiarire l’origine della patologia delle giugulari nei pazienti con sclerosi multipla: se congenita, infettiva, o se si tratti di eziologia post-trombotica.

Pubblicato in Scienza - Ricerca e dintorni, Sclerosi Multipla e dintorni | Commenti disabilitati su NEWS sulla Sclerosi Multipla e CCSVI

LILT a Casale Monferrato …una realtà da scoprire!

LILT ALESSANDRIA

LILT in Casale Monferrato


La Delegazione è stata inaugurata nel 2001, con coordinatore il Dr. Massimo Iaretti, nel corso del decennio si sono succediti diversi coordinatori: Dr. Massimo Iaretti (2001-2007); Dr. Roberto Casalone (2007-2008); Sig.ra Valeria Luparia (2008-2011); Dr. Massimo Iaretti da fine 2011.

Dopo un periodo di alcuni anni di inattività la delegazione casalese si è ricostituita nella primavera del 2015, con a capo il nuovo coordinatore Dr. Muzio, attualmente responsabile della SOC di Oncologia dell’Ospedale Santo Spirito di Casale. La nuova ricostituzione della delegazione di LILT a Casale e’ stata fortemente voluta dal Dr BOTTA ex Primario dell’oncologia del nostro ospedale, ora in pensione che ha trascinato i suoi giovani colleghi in questa affascinante avventura con bei propositi in ambito sia di prevenzione che di assistenza al malato. Gli associati che hanno aderito nei primi tre mesi sono circa 150. In questi anni di attività, la Delegazione LILT di Casale si è impegnata a finanziare, grazie ai fondi raccolti, l’acquisto di attrezzature scientifiche per la Pneumologia e l’Oncologia dell’Ospedale S. Spirito di Casale e a sostenere economicamente progetti di ricerca sul mesotelioma pleurico. La LILT di Casale si è anche impegnata, negli ultimi anni, ad avviare un tavolo di confronto tra le associazioni di volontariato che si occupano di oncologia, per coordinare le diverse iniziative a favore della ricerca e dell’oncologia, in quanto il problema del mesotelioma è sempre presente nella realtà casalese e la città ne è più che mai sensibile. Nel 2009, sono state acquistate anche attrezzature ambulatoriali per la chemioterapia. L’obiettivo di questa iniziativa era la realizzazione di un ambiente confortevole per chi si sottopone alle cure chemioterapiche. Il progetto 2009 “Una poltrona per la chemioterapia” è stato completato nel 2010 con l’acquisto di: n. 1 elettrocardiografo ELI 150 + carrello “Clinic Grade” per ELI 150 n. 2 pulsiossimetri; n. 5 letti articolati, completi di materasso/cuscino/sponde acquistati per il DH di Oncologia, in accordo con il personale preposto. Nel 2009, in occasione della Campagna Nazionale LILT Nastro Rosa di Ottobre, è stato organizzato, in collaborazione con il Dr. Botto e le sue assistenti, un ambulatorio per visite senologiche gratuite. L’iniziativa ha avuto un notevole successo ed è stata replicata anche nei mesi di Febbraio 2010, Ottobre 2010 e Febbraio 2011 e per la campagna Nastro Rosa 2015. Nel 2010 con l’equipe del Dr. Gemme, della Gastroenterologia di Casale, si sono poste le basi per un progetto intitolato al socio Giancarlo Gatti, consistente nel finanziamento delle spese sostenute dalla Struttura Operativa Semplice di Gastroenterologia necessarie allo svolgimento di uno studio di ricerca rivolto alla valutazione di efficacia di un marcatore fecale di cancro del grosso intestino. Con deliberazione n° 66 dell’11/03/2010 è stato approvato dal Comune di Casale Monferrato un protocollo d’intesa con la LILT per avviare campagne di informazione e prevenzione oncologica alla popolazione casalese. Nell’aprile dello stesso anno è stato organizzato il convegno “Progettiamo il futuro. Urbanizzazione e salute nelle città: la bonifica dell’amianto a Casale Monferrato”. Nei suoi primi mesi di attività nella primavera 2015 la delegazione ha organizzato un grande evento in giugno per presentarsi alla città: “L’estro armonico della prevenzione” concerto dell’orchestra Junior Classica di Alessandria, che da anni collabora con LILT di Alessandria. Il concerto si è tenuto presso il Teatro Municipale di Casale, grazie all’ospitalità del Comune, ha riscosso grande successo e ha dato inizio ad una raccolta fondi per l’acquisto di un videodermatoscopio da destinare all’ambulatorio LILT di Casale, per fornire ai cittadini la possibilità di controlli dermatologici gratuiti per la prevenzione dei tumori della pelle.

Questo ambulatorio e’ attivo da fine gennaio 2016 In collaborazione con l’assessorato alla Pubblica Istruzione e all’Associazionismo del Comune di Casale, rappresentato dalla Professoressa Caprioglio, dal mese di luglio 2015 e’ stato attivato lo SPORTELLO SALUTE LILT. Si tratta di servizio gratuito di informazione e assistenza dove i cittadini affetti da patologia oncologica possono avere consulenza per la gestione dei rapporti con i medici di famiglia, con le ASL e gli ospedali. Inoltre i volontari dello Sportello Salute LILT possono indirizzare i pazienti ai diversi uffici e alle strutture di competenza per le procedure assistenziali e previdenziali (ASL, INAIL, INPS, PATRONATO) così da evitare al paziente inutili e dannose perdite di tempo nel peregrinare tra ospedali e uffici. Nell’estate 2015 la delegazione ha organizzato incontri con le varie realtà che già operano in merito a temi di prevenzione nella città. Ottima la collaborazione con il distretto ASL di Casale con cui sono in programma diverse attività da svolgere nelle scuole casalesi sia primarie che secondarie: incontri formativi per i docenti, incontri a tema con le classi di scuola superiore. È inoltre in divenire il progetto PIEDIBUS,

attualmente oggetto di studio presso ASL e Comune, da proporre alle scuole primarie per promuovere l’attività fisica e il contenimento dell’inquinamento ambientale organizzando un gruppo di volontari che accompagnano i ragazzi a scuola a piedi.In ottobre 2015 nel corso della campagna ottobre rosa sono state fatte più di 120 visite senologiche gratuite presso l’ospedale santo spirito di Casale .Grazie alla collaborazione del dr. BOTTO, senologo del nostro ospedale.

( tutto il materiale fotografico è stato inserito con il permesso dei leggitimi proprietari, in caso di controversie cercarmi tramite email per la correzzione di eventuali errori)  questa è una pagina in allestimento. grazie)

Pubblicato in al femminile, Donne oltre ogni limite, LILT Alesssandria Casale Monferrato, LILT Casale Monferrato, Salvare la vita aiutando, Scienza - Ricerca e dintorni | Commenti disabilitati su LILT a Casale Monferrato …una realtà da scoprire!